lunedì 24 luglio 2017

58

10 fantastici, improbabilissimi eroi dei telefilm giapponesi (Tokusatsu - 1)

Tokusatsu telefilm giapponesi
Ci si è occupati tante volte, in questo fiero covo di deboscia, degli eroi dei telefilm giapponesi. Ad esempio parlando di tutte le serie Super Sentai da cui sono state tratte quelle dei Power Rangers tra il 1995 e il 2011 e dei vari Megazord dei Power Rangers. Oppure con il listone di quarant'anni di Kamen Rider. O raccontando di Megaloman, Koseidon e altri tokusatsu arrivati in Italia negli anni 80. O ancora di VR Troopers, Beetleborgs e Winspector. L'argomento tokusatsu è però così vasto che ci sono ancora decine e decine di serie di cui narrare le meravigliose, meraviglievoli, pezzenti meraviglie. Ecco allora altri dieci telefilm tokusatsu del passato e i loro incredibili protagonisti appena scappati di casa [...]
THE KAGESTAR (ザ・カゲスター Za Kagesutā, 1976) 
Un rippone dei Kamen Rider ispirato parimenti agli eroi dei fumetti USA e allo stuntman Evel Knievel, che saltava robe pericolose proprio in quegli anni. Da cui l'improbabile mantello stelle e strisce abbinato al casco col cervello disegnato e gli occhialoni manga.
Kagestar ("la stella ombra") e la sua spalla, Bellestar, col casco abbinato e il completino evidenzia capezzoli, combattono il crimine a bordo delle loro motociclette, per un qualche ragione chiamate KageroCar e BelleCar.
Fa un po' Deadpool con una mutanda in testa, Kagestar, sì?
NINJA CAPTOR (忍者キャプター Ninja Kyaputā, 1976)
Ancora 1976, per una serie di genere Super Sentai andata in onda parallelamente alla prima dei Rangers, Himitsu Sentai Gorenger. Una squadra di sette ninja con i caschi ridicoli che affrontano i ninja di un demoniaco villanzone. E se il casco del ninja marrone, con il suo spettacolare effetto caccona, vi fa impressione, provate a guardare che facce avevano questi tizi sotto gli elmi.
No, davvero: provateci. Zoomate sulla foto e guardate il baffo vestito d'arancione, il cicciobombo marroncino e tutti gli altri. Una supersquadra di cugini di Marrabbio.
 BAROM-1 (バロム・1 ー Baromu Wan, 1972)
Trasposizione live action di un manga di Takao Saito (il papà di Golgo 13), Barom-1 è una sorta di Capitan Marvel della DC Comics con gli sconti famiglia,
perché due rEgazzini si trasformano nell'eroe unendo le loro mani ed essendo fieri dei loro vestitini dimmerda anni 70 tutti acrilico. Classicone ancora molto amato nel nippoarcipelago (nel 2002 ne è stato realizzato anche un remake anime in 13 episodi), Barom-1 ha un costume che ti è sempre piaciuto, nonostante quella pettorina sia realizzata peggio di un cosplay arronzato. Oh, sono gusti.
KIKAIDER (キカイダー Kikaidā, 1972)
Ah, Kikaider! Super-super-classicone della TV giapanìs, nasce con questa serie tokusatsu del '72 e poi diventa protagonista di film dal vivo, manga e anime assortiti, pupazzini belliFFimi. Kikaider è un androide buono, che deve i suoi colori al tifo per il Cosenza Calcio e che è chiamato ad affrontare gli esseri artificiali sfaccimmi del malevolo Professor Gill, a capo di DARK, organizzazione criminale dove tutti si vestono di nero e ascoltano solo gruppi goth.
Come tanti eroi coevi, Kikaider aveva una sua moto (la Sidemachine)
e suonava la chitarra, con cui aveva mille donne se cantava Help, Ticket to Ride o Lady Jane o Yesterday. Ai falò sulla spiaggia Kikaider andava sempre fortissimo, ma non limonava mai.
 MOONLIGHT MASK (月光仮面 ー Gekko Kamen, 1958)
Sì, 1958. Gekko Kamen, aka Moonlight Mask o Moon Mask Rider, è il primissimo eroe della TV giapponese, risposta locale a Zorro e Lone Ranger. Armato di turbante, tutina bianca, mantello, occhiali della Wertmuller, pistoloni western e shuriken, Gekko Kamen presenta alcuni elementi che diverranno standard nei Kamen Rider e in tanti altri tokusatsu simili, come lo sciarpone e la moto.

La serie anime (1972) è stata tramessa anche da noi come Moon Mask Rider, mentre tra i millemila omaggi all'originale va citato il manga e anime zozzocomico di Go Nagai Kekko Kamen.
 FIREMAN (ファイヤーマン ー Faiyāman, 1973)
Altrimenti noto come Magma Man, Fireman era un eroe della Tsuburaya Productions, la stessa dei vari Ultraman, e oh, si vedeva. Dinosauri mutanti hanno invaso il pianeta e a difendere la Terra ci pensa un ragazzo venuto da un'antichissima civiltà che ha vissuto sottoterra 12mila anni pur di non ascoltare le canzoni di Ron e di Luca Carboni. Grazie ad apposite mazzarelle, Misaki diventa Fireman e se serve ti salva pure i gattini sugli alberi ed entra dalla finestra se la nonna si è chiusa per sbaglio in casa e ha perso le chiavi.
ROBOT DETECTIVE KEIJI
(ロボット刑事 ー Robotto Keiji, 1973)
Altra creazione dell'inesauribile Shotaro Ishinomori (Kamen Rider, Cyborg 009), Robot Detective raccontava le avventure del robot K/Keiji, investigatore della polizia metropolitana di Tokyo in doppiopetto rosso, guanti, scarpe e basco gialli...
...che a guardarlo così sembra il cugino magro di Donald Trump. Al posto di una moto, K guida un'auto volante chiamata Joker, una Nissan Fairlady Z modificata.
 INAZUMAN (イナズマン, 1973)
Ancora farina del sacco di Ishinomori, Inazuman, l'uomo-lampo, è un mutante in grado di assorbire l'energia cinetica di ogni attacco. Una volta sgamata la faccenda, i nemici hanno preso perciò a tempestarlo solo di sputi. Guida un'auto assurda, la Raijingo,
in grado di PRENDERE A MORSI gli antagonisti. No, sul serio. Gli zingheri hanno provato più volte a rubargli le antennine di rame.
SPACE IRONMEN KYODYNE
(宇宙鉄人キョーダイン ー Uchū Tetsujin Kyōdain, 1976)
Un esercito di robot villanzoni ha invaso il pianeta e solo due robot buoni sono in grado di fermarli, due esseri sintetici in cui il solito professorone che trascura la famiglia ha riversato la personalità dei figli rapiti dai cattivi. O qualcosa del genere. Skyzel (Sukaizeru) e Grounzel (Guranzeru), il rosso e il blu, hanno rispettivamente quel casco con le alette e i tubi di scappamento sulla panza perché in grado di trasformarsi in un jet e in un'auto (Skyjet e Grouncar).
SUPER ROBOT RED BARON
(スーパーロボット レッドバロン, 1973)
Red Baron e il suo sequel, Mach Baron, raccontano le sboronissime avventure di una banda di eroi e del loro robot gigante, di colore rosso, con le iniziali sulla cintura per fare il precisino ed evidente fan di Manfred von Richthofen.
Le due serie hanno ispirato un remake anime del '94 (Red Baron) ed erano apprezzabili per il grande dinamismo delle loro battaglie in tutina.
Grandissimo.
(e sì, in coda al titolo c'è un 1 perché magari si continua)

58 commenti:

  1. Giusto per chiedere... Ma perché Inazuman aveva le tette?!? Vabbè che in queste cose i giapponesi son sempre stati di manica larga, ma addirittura il primo eroe transgender nel '73 mi pare un tantino esagerato pure per loro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per bilanciare le spalline e la sciarpa strazzona!

      Elimina
    2. Eroi transgender "troppo presto" nel 1973?

      Nella mitologia Buddista ce n'è uno dal IX secolo (Mulan je spiccia casa):
      https://en.wikipedia.org/wiki/Guanyin

      Più o meno nello stesso periodo, abbiamo la famosa storia di Loki s'è trasformato in una cavalla ed è rimasto incinta di Sleipnir (ma ed Artax dei Cavalieri dello Zodiaco lo avranno detto?).

      Elimina
  2. Il gesto di Kikaider nella locandina mirava probabilmente a dare un finale diverso alle serate col falò in spiaggia.
    Comunque fanno tutti molto ridere.
    E nemmeno una volta sono riuscita a leggere correttamente "Tokusatsu", poiché (probabilmente sarà che ho già fame) il mio cervello rileva solo il termine Tonkatsu.

    RispondiElimina
  3. Grande Doc, grande forma, grande puntata, grandissime vaccate, viva il giappò. I migliori sono i ninja escrementoidi detti anche guerrieri merja. Facce che a confronto Razzi è Mister Universo, la donna proprio di quelle che se te le trovi davanti ti autoeviri per star sicuro che ti stia distante, il cicciobombo sembra uscito da uno dei primi film di Verdone e poi il Salvador Dalì giapponese che ti fa capire come mai quei caschi. Piuttosto giro con quello della parrucchiera.

    RispondiElimina
  4. Keiji il robot dandy troppissimo numero 1: che stile, che eleganza

    RispondiElimina
  5. Ninja Captor... I Teletubbies Rangers...

    RispondiElimina
  6. Io li trovo bellerrimi,soprattuo il robot detective in doppiopetto,altro che bimbim*nk*a alla Conan.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che anche a me il robot detective è piaciuto molto? Solo dalle due foto viste, sia chiaro.

      Elimina
    2. Anche io trovo il robot detective il più salvabile.

      Elimina
    3. è il nonno nipponico di Valentine di Fallout 4

      Elimina
    4. Concordo con i colleghi qui sù! Robot Detective ha il suo fascino.

      Elimina
  7. Una serie più meraviglievole dell'altra!
    I ninja Captor sono pregati di tenere sempre il casco abbassato, e se Gecco Kamen evita di portarsi i ragazzini in moto senza casco mentre mena ai cattivi, forse il moige ne passa qualcuna.
    Che poi hai già il mantello svolazzante, a cosa ti serve anche la sciarpa da due metri? Rischi di decollare dalla moto stile kitesurf.

    RispondiElimina
  8. La pezzenteria di queste serie mi ha sempre fatto molto strano. Ho guardato molto poco i tokusatsu e i Power Ranger e le poche volte che li guardavo lo facevo perché attirato dal "gusto dell'orrido".
    Per capirci, li guardavo per motivi simili a quelli che spinge la gente a guardare i film brutti: ridere ma per il motivo sbagliato, vedere quanto in basso e quanto pezzente possano essere trama, effetti speciali e recitazione.
    Non me ne vogliano gli estimatori ma il gesticolare a casaccio e il tripudio di miccette quando si colpiscono mi fanno sbellicare dalle risate ancora adesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ci ho provato ... ma niente, mi sale il fastidio esistenziale. Però il gioco Chroma Squad non è male...

      Elimina
    2. Molte di queste serie sono molto ben strutturate, e con il procedere degli anni, gli FX sono migliorati esponenzialmente. Ci vuole un po' di serenità, ma spesso si viene ripagati, scegli un ss e prova a guardare un sentai che ti ispira (raramente sono collegate, tranne quelle più note e famose) - anche io avevo molti pregiudizi, ma alcune sono proprio belle - (Ex Aid - per esempio)

      Elimina
  9. secondo me ROBOT DETECTIVE KEIJI è un altro alter ego di Naoto Date...guardate bene, è vestito esattamente come lui!!!

    RispondiElimina
  10. Cit. "Ai falò sulla spiaggia Kikaider andava sempre fortissimo, ma non limonava mai". Ma perché era giallo limone (o scaracchio, come direbbe Gabe Cash)?

    RispondiElimina
  11. Voto per Moonlight Mask, il supereroe paparazzo con la macchina fotografica
    APOTEOSI!!

    RispondiElimina
  12. L'idrocefalo Keiji è un mito assoluto, la rivalsa degli eroi disabili.

    RispondiElimina
  13. ROBOT DETECTIVE KEIJI è chiaramente il Fratocugino di Q da Street Fighter III

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yepa. Come scrivevo poc'anzi sulla pagina FB dell'Antro:
      "Anche il nome: Q (in giapponese Kyuu) al posto di K... :)
      Fa il paio con un altro grande omaggio di SF ai mondi di Ishinomori, Skullomania, il fratocugino dei Kamen Rider."

      Elimina
  14. Il Robot Detective Keiji è stato chiaramente ispirazione per Q di Street Fighter 3: https://i.ytimg.com/vi/q0j7HIOfmGw/hqdefault.jpg

    RispondiElimina
  15. Grande post, Doc! Bentornato ai tuoi listoni interessanterrimi! :)
    Ho giusto un po' di domande:

    - Ma nei Ninja Captor, il ninja blu è Satomi dei BeeHive dei live action di Kiss Me Licia? O_o
    - Sempre nei NC, ma siamo sicuri che il ninja rosa sia una donna? °_°
    - Ma Kikaider, il segmento basso del sidecar lo usa per portabagagli, o in effetti ha un qualche assistente da caricarci che giustifichi la scelta del mezzo? O_o

    Ad ogni modo...

    - Kikaider con la chitarra fa molto Bobby Solo...
    - Gekko Kamen e Detective Keiji sono strepitosi! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S.: Solo io ho notato il look demoniaco del bambino di Barom? Sembra Ming di Flash Gordon... °_°
      E perché Barom ha un altro paio d'occhi sul mento?!

      Elimina
    2. Sì, è Satomi, prima che si desse alla musica.
      La Ninja Rosa effettivamente potrebbe non essere una donna, ma è comunque più femminile del tizio coi baffi. Dice che basta.

      Elimina
    3. E perché Barom ha un altro paio d'occhi sul mento?!
      Evidentemente la freccia sopra il pacco, ad indicare "Ehi, gli occhi sono qui sopra", non era sufficiente. Un tentativo di rafforzare il concetto, forse?

      Elimina
  16. ...una Nissan Datsun Fairlady molto ...ma molto... modificata... sino a renderla una vera schifezza!

    RispondiElimina
  17. Ho letto il manga di Kikaider e l'ho apprezzato; mi piacerebbe anche approfondire la storia della sua nemesi, Hakaider, il vero bassista della serie. Inoltre, il suo film si intitola "Mechanical Violator Hakaider": con un nome del genere non può passare inosservato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film spacca. Del resto Keita Amemiya.
      Se riesci recupera la versione JAP del DVD Uncut che ha dentro 20 minuti in più. Non ci sono nel blueray

      Elimina
    2. Grazie per l'informazione! ^___^

      Elimina
  18. Quando ho visto la chitarra di Kikaider ho subito pensato al personaggio del "Ninja Kitarrone" (Jammin'Ninja) di "Ace Attorney: Justice for all".
    La sua chitarra "rosso fiammante" (cit.) è palesemente una citazione alla serie dell' androide, infatti è identica sia nel colore che nel disegno a quella di Kikaider.

    https://vignette4.wikia.nocookie.net/aceattorney/images/1/1e/Jammin_Ninja.png/revision/latest?cb=20160413192429

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorenzo Dal Santo24 luglio 2017 13:47

      Ben detto!
      Vorrei aggiungere che Tonosaman (Steel Samurai), l'altro eroe Tokusatsu dell'universo Ace Attorney sembra un mix tra Ultraman, Robot Keiji e Kikaider

      Elimina
  19. Vorrei poter dire che non c'era bisogno di una nuova rubrica di listoni giordano da portare avanti, ma in realtá di questa se ne sentiva davvero la mancanza.

    RispondiElimina
  20. L'ORRORE!!!!
    Tra i crimini di cui si sono macchiati i giapponesi nella loro storia al secondo posto metto i tokusatsu!
    Salvo Megaloman per ragioni personali poi solo robe orrende!

    Sin da bambino li ho sempre visto come copie fatte male dei cartyoni animati. Perchè se vedi un personaggio animato fare certe mosse ridi. Se vedi un 40enne in un costume di gomma e testa di cartapesta fare le stesse mosse ti fa pena!
    Persino i thunderbird erano meglio...almeno erano marionette, non si può provare pena per una marionetta come per un cartone.

    Ma un povero Cristo in carne ed ossa in posa da poweranger appeso a dei cavi fa sempre pena!

    RispondiElimina
  21. Grande listona Doc! E io che pensavo che il top della ridicolaggine dell'epoca fosse Megaloman! Comunque il Robot-dandy vince su tutti!

    RispondiElimina
  22. Il mio imperituro rispetto va a questi attori che dovevano portare queste assurde maschere in testa e cercare di dare una minima dignità a queste storie assurde.

    Non importa quanto li pagavano.. non sarebbe mai stato abbastanza. :D

    Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aiuta il fatto di indossare una maschera... io avrei chiesto uno stunt per le scene senza!

      Elimina
  23. Grazie Doc anche se per ora è solo la punta dell'iceberg :D

    RispondiElimina
  24. Su Street Fighter 3 non c'è solo Q che viene da K, ma pure Gill nasce unendo il nome dello scienziato malfacio coi colori di Kikaider.

    RispondiElimina
  25. Doc bentornato!! Felice di rivederti all'opera! Ho notato solo oggi sui social il post di ieri e quindi ho fatto doppia razione e commento qui... Spero tu riesca ad uscire bene e velocemente dal periodo nero in cui sei finito, chissà che la ripresa dell'Antro sia di buon auspicio

    RispondiElimina
  26. Kagestar è Deadpool con la cuffia da doccia e la bandiera sudista (per non parlare del logo simil-Polymar=.
    Madò che accozzaglia!

    RispondiElimina
  27. La Mozzicar di Inazuman è un must! Conoscete un carrozziere che possa modificare la mia Ford?

    RispondiElimina
  28. Grazie giappone, grazie giapponesi, grazie tv giapponese e grazie Doc.
    Veramente, perle di altissimo livello quest'oggi.
    Forse il mio voto va ad Inazuma, con il tipo che balla "La notte vola" della cuccarini, i colori del vestito dell'eroe, la macchina con i denti e, soprattutto, i guanti da fabbro color verdone, rendono il tutto veramente accattivante

    RispondiElimina
  29. E io che fin da allora credevo che 'Spectreman' fosse trash.
    L'ho rivalutato con i Power Rangers, ed ora mi tocca rivalutare anche loro.

    RispondiElimina
  30. Grazie Doc ! Non mi ha mai appassionato il genere, però spesso mi "ipnotizzo" su YouTube con le sigle delle vecchie serie dei cartoni in lingua giapponese, oggi ho dato "un volto" alla sigla Susume! Goranger! che ascolto sempre volentieri e pensavo fosse un vecchio anime da noi sconosciuto !!! la coppia che canta è fenomenale, Isao Sasaki & Mitsuko Horie ,hanno cantato tante belle sigle dei nostri amati cartoni!!! YouTube "Super Sentai Spirits 2004 - Isao Sasaki & Mitsuko Horie - Susume! Goranger!" in tutto il loro splendore!!!

    RispondiElimina
  31. Robot Detective Keiji... Più lo guardo, più mi sembra il figlio di Don Zauker, presidente del consiglio di amministrazione Meganoide....

    RispondiElimina
  32. Coso lì è talmente Donald Trump da pensare che sia uscito 6 mesi fa

    RispondiElimina
  33. Caspio, caspio, caspio... Il post più bello dell'anno e io stavofacendoil corso on line per usare il nuovo fiery per stampanti laser... Noooooooooo!!!!!!

    Tutto il meglio della psicotronia giappo anni 60 in un solo post e arrivo il giorno dopo, cartellino per lo Zione :(

    Comunque, io sta roba l'adoro, quanto mi piacevanoi tokosatsu di ogni genere (hen-sin, giant, mecha, metal heroes, super sentai e chi più ne ha...) e qui c'è una selezione del megliopeggio, c'ho gli occhi pieni di pane ^_^

    Personalmente segnalo che in giappone stanno realizzanto un film remake on protagonista il nuovo Red Baron contro un'altro mito dei supereroi giappi, Silver Kamen (qui non presente perchè in effetti molto meno zingaro degli altri). Nella versione Mach Baron, il robottone rosso protagonista, fu in Spagna fatto passare per una serie live di Mazinger, a causa delle similitudini che aveva (se pur vaghe) con il più famoso robot di Nagai. Ne produssero anche un osceno fumetto autoctono da cavarsi gli occhi subito:

    http://1.bp.blogspot.com/-5BR169ld6Oo/T4ak-twe_PI/AAAAAAAACdc/MKiLCHRcMQA/s1600/NAMZRE-16-04.jpg

    Comunque spero proprio che il listone non finisca qui perchè il giappone ci ha regalato molti altre folli serie che meritano di essere citate, a cominciare dallo sceneggiato a puntate Spaceman, con protagonista il più flaccido e ingrugnato supereroe giapponese...

    http://file770.com/wp-content/uploads/Ken_Utsui-in-Attack-From-Space.jpg

    un eroe così è vero che c'è...

    RispondiElimina
  34. Giuro, l'attore che impersona Kikaider mi sembra lo stesso che faceva Supaidaman, ma potrei facilmente sbagliarmi, boh

    RispondiElimina
  35. Da poco in jap è stata lanciata una serie con ben 12 eroi SS!!!
    "Uchu Sentai Kyuranger" la serie pop di quest'anno in jap che rompe tutti gli schemi. Ben 12 eroi. Il mondo sentai/tokusatsu è molto vasto :( (siamo al 20° episodio) *_*
    Ho idea che non saprò mai tutto.

    RispondiElimina
  36. Il cicciobombo marrone dei ninja captor merita più considerazione, se non altro per il coraggio, potresti adottarlo come mascotte!
    Rimango in fervida attesa del seguito.

    RispondiElimina
  37. Io sono abbastanza convinto che gran parte di queste produzioni fossero in realtà delle prolungate markette per questo o quell'altro costruttore auto-motociclistico del loco. Non era raro trovare l'eroe di turno a bordo di qualche modello all'ultimo grido per l'epoca, anche se quasi sempre mascherato manco ci avesse messo sopra le mani Lapo dopo un bel pò di strisciate...
    Ulteriore prova, recentissima:
    http://kotaku.com/a-toyota-86-fit-for-a-japanese-superhero-1797219844

    RispondiElimina
  38. Mi mancava questo trashume orientale <3

    RispondiElimina
  39. Pare che di Super Ironmen Kyodyne faranno un seguito, con un allenatore che crea i protagonisti Sukaizeru e Zerutituli...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails